Contatti
Tel. +39 0444 551094
Integratori per la pelle

L’accentuarsi delle rughe e dei vari inestetismi cutanei è una chiara conseguenza del trascorrere del tempo.

Al contrario di quanto si possa pensare, il mantenimento di una pelle sana non passa solo dall’applicazione topica di creme e cosmetici di vario tipo, ma anche dalla protezione metabolica e nutrizionale delle strutture cutanee. La normale dieta, da sola, può non essere sufficiente a portare concentrazioni adeguate di nutrienti alla pelle, così come la cosmesi da sola non è così efficace in quanto apporta dall’esterno benefici più limitati. L’uso di specifici integratori antirughe è uno strumento utile per supportare l’uso dei cosmetici, è perciò così possibile trattare la cute sia dall’esterno che dall’interno in una duplice azione.

Gli integratori proposti in ambito dermatologico e cosmetologico sono molteplici.

Sulla base dei meccanismi biologici legati all’invecchiamento della cute, sono stati studiati differenti integratori in grado di rallentare alcuni dei processi coinvolti nella degenerazione cutanea. I principali ambiti di azione sono: contrastare lo stress ossidativo, apportare vitamine per un nutrimento cellulare, oligoelementi per il mantenimento della funzione metabolica ed integrare con sostanze che la pelle nel tempo perde. Per questo motivo, gli integratori antirughe utilizzati vengono così generalmente classificati a seconda del loro ambito d’azione.

 

GLI INTEGRATORI ANTIOSSIDANTI

I radicali liberi dell’ossigeno sono responsabili di alcune delle caratteristiche tipiche della degenerazione cutanea, come il danneggiamento delle fibre collagene e il danno a carico delle membrane cellulari. È per questo che gli integratori antiossidanti sono stati proposti come prima arma preventiva. Il resveratrolo, i vari carotenoidi, i polifenoli e l’acido alfa lipoico rappresentano solo alcuni dei numerosi antiossidanti utilizzati nella formulazione degli integratori antirughe.

In questo senso, tali nutrienti si sono rivelati utili nel contrastare l’azione lesiva dei radicali liberi, nel contribuire a mantenere integra la matrice extracellulare e nel proteggere la cellula e le sue strutture da eventuali danni, dimostrandosi efficaci anche nel mantenere una pelle sana e giovane.

 

GLI INTEGRATORI VITAMINICI

La Vitamina A, la Vitamina C e la Vitamina E sono sicuramente le Vitamine più comunemente utilizzate. La loro presenza è legata azione alla potente azione antiossidante ed alla funzione nutritiva e regolatoria nei confronti delle cellule cutanee.

È noto infatti che la Vitamina C può contribuire alla sintesi di collagene ad opera dei fibroblasti, garantendo così un sostegno adeguato della matrice extracellulare, la cui funzione è essenziale per l’ancoraggio delle cellule e dei tessuti.

Gli studi a riguardo dimostrano come la sinergia tra Vitamine ed altri antiossidanti possa garantire un netto miglioramento dell’aspetto cutaneo.

 

GLI INTEGRATORI DI OLIGOELEMENTI

Gli oligolementi come lo zinco ed il rame si sono rivelati particolarmente preziosi per la loro funzione antirughe, risultano efficaci nel mantenere un sistema immunitario attivo.

 

GLI INTEGRATORI FUNZIONALI

Si tratta solitamente di estratti di origine vegetale, come Echinacea od Uncaria, e di molecole particolarmente utili alla funzionalità cellulare, come acidi grassi della serie Omega3, MSM, collagene ed acido ialuronico.

Rientrano sia nella strutturazione della matrice extracellulare che nel controllo di processi infiammatori ed autoimmunitari che spesso si osservano durante l’invecchiamento. Più del 70% della pelle è rappresentato dal collagene, che le dona struttura, compattezza, resistenza e sostegno.

Il processo di invecchiamento della pelle determina una drastica riduzione nel ritmo di sintesi del collagene, di conseguenza la pelle non riesce più a compensare il danno creato dall’azione negativa di enzimi, che attivati dai raggi solari, cambiano la normale struttura del collagene, frammentandola, sottraendo quindi spessore e compattezza alla cute. In alcuni studi si è visto che in una pelle molto anziana la sintesi di collagene è di circa il 70% inferiore rispetto alla cute giovane , mentre la concentrazione di collagene è inferiore di circa il 50%. La corretta assunzione di integratori che contengano prolina, glicina e lisina, i tre aminoacidi alla base della sintesi di collagene, migliora sensibilmente lo spessore e il turgore della cute, facilitando la reidratazione cutanea e sostenendo la formazione del film lipidico di barriera. Alla base dell’invecchiamento, non vi è solo il danneggiamento delle membrane ma anche un graduale declino quantitativo e qualitativo dell’acido ialuronico nel derma. Considerando quindi che la pelle contiene circa il 50% della totale quantità di acido ialuronico presente nell’organismo umano, appare evidente come l’invecchiamento, caratterizzato dalla perdita progressiva di questa molecola, si manifesti prevalentemente con rughe. È semplice immaginare il ruolo chiave dell’acido ialuronico nella prevenzione dell’invecchiamento cutaneo. L’effetto dell’acido ialuronico assunto per via orale, è quello di reidratare la pelle conferendo lucentezza e integrità, proteggere la cute e degli strati sottostanti dall’azione lesiva delle radiazioni ultraviolette, esercitando così una sensibile azione antietà, indurre la sintesi di collagene, contribuendo così alla ricostituzione fisica della matrice extracellulare del derma e degli starti più profondi dell’epidermide.

 

Nonostante i risultati clinici supportino l’utilizzo degli integratori nel prevenire la formazione delle rughe e nel restituire alla cute le sue naturali proprietà, è utile ricordare come questi prodotti non sostituiscano in alcun modo un corretto stile di vita ed una alimentazione sana ed equilibrata.

Per questo motivo, l’uso degli integratori, oltre ad essere supervisionato da un professionista, dovrebbe ritenersi utile esclusivamente in un contesto di sana alimentazione e adeguato stile di vita.

 

Dr.ssa Giovanna Saleri - Farmacista